Educazione dei cuccioli: cosa cambia con gli umani in quarantena

Rispondi
Avatar utente
Luisa
Messaggi: 296
Iscritto il: ven gen 26, 2018 12:49 pm

Educazione dei cuccioli: cosa cambia con gli umani in quarantena

Messaggio da Luisa » gio apr 30, 2020 6:49 am

Il 15 dicembre 2019 è nata la mia cucciolata Q. È passato tanto tempo dalla mia prima, il 9 gennaio 1999 e continuo ad imparerare dai basenji come dagli umani.
Purtroppo il 2020 verrà ricordato come l'anno della pandemia che ha stravolto la vita di tutti.
Nel mio piccolo, senza dare giudizi o consigli, sto notando i cambiamenti che ha prodotto la quarantena degli italiani suo nostri amici basenji, cuccioli e adulti.
L'amica Eva ha scritto un ottimo articolo sul suo blog, io vorrei entrare nello specifico dei cuccioli.
Luisa, Margot, Nirvana, Pollon e Django

Avatar utente
Luisa
Messaggi: 296
Iscritto il: ven gen 26, 2018 12:49 pm

Re: Educazione dei cuccioli: cosa cambia con gli umani in quarantena

Messaggio da Luisa » gio apr 30, 2020 6:55 am

Ho notato nel cucciolo che per ora sta ancora con noi, perché bloccato qui e bloccata in Svizzera la sua futura famiglia, una eccessiva timidezza.
Quentin/Holly ha 4 mesi e mezzo. Dolce e curioso, purtroppo dopo il 23 febbraio, data in cui ha salutato l'ultimo fratellino (di una cucciolata di 5, terzo parto di Nirvana), non ha più incontrato umani al di fuori di noi 4 della famiglia.
Conosce le 2 parti del nostro giardino, gioca regolarmente con la mamma di 6 anni, con il padre 1 e mezzo e la sorellona grande di 2 e mezzo o con la nonna di 13 anni e 4 mesi.
Ultima modifica di Luisa il gio apr 30, 2020 7:23 am, modificato 1 volta in totale.
Luisa, Margot, Nirvana, Pollon e Django

Avatar utente
Luisa
Messaggi: 296
Iscritto il: ven gen 26, 2018 12:49 pm

Re: Educazione dei cuccioli: cosa cambia con gli umani in quarantena

Messaggio da Luisa » gio apr 30, 2020 7:10 am

Va a guinzaglio da solo o in coppia ma conosce solo il grande piazzale esterno a casa e al nostro giardino, dentro al nostro vivaio. Non fa i bisogni in passeggiata ma al massimo al rietro in casa.
È bravo in casa in compagnia della mamma. Ama la radio accesa e giocare.
Purtroppo ha paura dei rumori forti e di oggetti grandi e persone che non siamo noi 4.

Con la quarantena degli umani ho notato che i rumori del mondo esterno sono cambiati: sono meno stratificati.
Si sentono in modo improvviso i rumori singoli: ad esempio camion raccolta rifiuti, voce forte di umano da finestra aperta, urlo di bambino...

Quentin è curioso e vorrebbe socializzare ma ad esempio incontrando un operaio che lavora sul piazzale, è che incontra saltuariamente da sempre, è combattuto.
Vuole farsi toccare e ha paura... Gli va incontro, ulula e scappa...
Nonostante la positività di questa persona con i miei cani... Per ora, a guinzaglio, con la sua mamma...
Questo è Quentin.

So che a ogni età l'atteggiamento del cucciolo è diverso e purtroppo, in tempi normali un cucciolo potrebbe andare all'estero a 3 mesi e 21gg... 21 gg dopo antirabbia...

Penso che dai 4 mesi inizi il momento più delicato di apprendimento e stratificazione del carattere di un basenji, ma sono conscia che questo periodo dura e si prolunga per tutta la vita del nostro amico.

La prova è nelle difficoltà che avremo tutti con i basenji adulti quando è se usciremo dalla quarantena.

Avete notato lo sguardo dei nostri amici quando ci hanno visto o hanno visto altri umani con la mascherina?

Sono comunque ottimista. I basenji ci conoscono dalla Preistoria, sono al nostro fianco e ci hanno scelto da allora... Hanno trovato in noi validi amici e compagni e si sono adattati a tutti i nostri cambiamenti senza perdere la loro essenza.
Ci insegneranno, anche questa volta, come fare ad andare avanti.
Ultima modifica di Luisa il gio apr 30, 2020 7:47 am, modificato 1 volta in totale.
Luisa, Margot, Nirvana, Pollon e Django

Avatar utente
Luisa
Messaggi: 296
Iscritto il: ven gen 26, 2018 12:49 pm

Re: Educazione dei cuccioli: cosa cambia con gli umani in quarantena

Messaggio da Luisa » gio apr 30, 2020 7:28 am

Non ho risposte o soluzioni ma già identificare un problema è l'inizio della soluzione.
Luisa, Margot, Nirvana, Pollon e Django

Avatar utente
Luisa
Messaggi: 296
Iscritto il: ven gen 26, 2018 12:49 pm

Re: Educazione dei cuccioli: cosa cambia con gli umani in quarantena

Messaggio da Luisa » gio apr 30, 2020 8:04 am

La nostra Leila, che non è più cucciola in quanto ha 16 mesi, ha un disperato bisogno di contatto con altri cani. Prima dell'emergenza la portavamo regolarmente a giocare in area sgambatura, ora quando andiamo a passeggiare e incontra un altro cane comincia a correre in cerchio attorno a me come una matta con le orecchie abbassate 😂😅, per fortuna ho il guinzaglio da 8 metri!

Su fb Gabriele D'Andrea
Luisa, Margot, Nirvana, Pollon e Django

Avatar utente
Luisa
Messaggi: 296
Iscritto il: ven gen 26, 2018 12:49 pm

Re: Educazione dei cuccioli: cosa cambia con gli umani in quarantena

Messaggio da Luisa » gio apr 30, 2020 8:05 am

Gabriele D'Andrea il problema sarà fare futuri sani incontri senza troppa irruenza con altri cani che, anche loro, avranno acuiti, tutti i sensi e desideri...
Luisa, Margot, Nirvana, Pollon e Django

Avatar utente
Luisa
Messaggi: 296
Iscritto il: ven gen 26, 2018 12:49 pm

Re: Educazione dei cuccioli: cosa cambia con gli umani in quarantena

Messaggio da Luisa » gio apr 30, 2020 9:27 am

Non riesco ad accedere per commentare, ma è ancora nel periodo finestra, dei 6 mesi, va sfruttato questo periodo per fargli fare tutte le esperienze possibili con rinforzo positivo e premi e tranquillità e fiducia trasmessa dagli umani conduttori, per evitare che si fissino in esperienze negative che portano a qualche paura o recalcitranza in futuro difronte ad eventi inattesi come rumori forti, cavvali, umani con ombrello o bastoni, camminare sulle grate o sul ciglio della strada mentre passa un camion etc etc. Normalmente va dato un comando, per metterlo nella situazione mentale giusta, tipo seduto, premio carezza che fa percepire il fidati, ci penso io, e fargli vivere l'esperienza nuova premiando il comportamento corretto, senza forzare o mortificare.

Su fb Alessandro di Denzel
Luisa, Margot, Nirvana, Pollon e Django

Avatar utente
Luisa
Messaggi: 296
Iscritto il: ven gen 26, 2018 12:49 pm

Re: Educazione dei cuccioli: cosa cambia con gli umani in quarantena

Messaggio da Luisa » gio apr 30, 2020 9:27 am

Denzel Bas certo... ma so di basenji adulti ben educati, regrediti in questo periodo... quindi anche per i loro padroni... ci sarà nuovo lavoro da fare, come fossero cuccioli.
Luisa, Margot, Nirvana, Pollon e Django

Avatar utente
Luisa
Messaggi: 296
Iscritto il: ven gen 26, 2018 12:49 pm

Re: Educazione dei cuccioli: cosa cambia con gli umani in quarantena

Messaggio da Luisa » gio apr 30, 2020 9:53 am

Si, puó capitare smarrimento negli adulti, ma si trattandi in lavoro diverso da fare, il mio commento è riferito al fatto che si tratta di un cucciolo in periodo finestra e bisogna lavorare a prescindere dal contesto affinchè massimizzi le esperienze positive e riesca a gestire al meglio le negative, apprendendo positivamente anche da esse. I cani adulti specialmente vivono nel presente e percepiscono il cambio di abitudini o umore veicolato dall'umano, Denzel ad esempio ci guardava strano con mascherine e guanti, poi giocando ha capito la nuova abitudine e non ci fa più caso. Dipende sempre dal lavoro che si fa con il cane enda quelli che gli si trasferisce, alla fine sono come bambini umani di circa 3 anni e vanno sempre aiutati e seguiti per fargli comprendere la realtà nel miglior modo possibile. A Denzel ad esempio del mondo che li circonda post pandemia non frega nulla, lui sa che di noi si può fidare e si affida a noi in situazioni nuove o sconosciute, poi dipende da comenti poni e come gli fai vivere quella novità a livello esperienziale.

Su fb Denzel Bas
Luisa, Margot, Nirvana, Pollon e Django

Rispondi